•  Chi siamo
 •  Il Coordinamento delle Associazioni regionali di stampa per un sindacato di servizio
 •  Il consiglio direttivo
 •  Le sedi
 •  Assemblee
 •  Circolari
 •  Comunicati
 •  Free lance e collaboratori, l'avv. Del Vecchio risponde alle domande più frequenti
 •  I gruppi
 •  I rapporti internazionali
 •  I soci
 •  Il Decennale
 •  Newsletter
 •  XXV CONGRESSO FNSI
 •  LETTERA CUTRO DOPO LE ELEZIONI INPGI
 Cerca nel sito  
           
  ASSOCIAZIONE     ATTIVITA'     AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE     FORMEDIA     PROFESSIONE     BIBLIOTECA  
         
Home Associazione Newsletter n. 6/19 del 08/02/2019 - LA CITTÀ DI SALERNO, SCIOPERO DI CINQUE GIORNI E DIRETTORE SFIDUCIATO. NIENTE ACCORDO TRA AZIENDA E SINDACATO

- LA CITTÀ DI SALERNO, SCIOPERO DI CINQUE GIORNI E DIRETTORE SFIDUCIATO. NIENTE ACCORDO TRA AZIENDA E SINDACATO

Si è tenuto presso la sede del Sindacato unitario giornalisti della Campania l'incontro tra il Cdr de La Città di Salerno e i vertici di Edizioni salernitane Srl, alla presenza del segretario del Sugc, Claudio Silvestri, del consigliere nazionale della Fnsi Gerardo Ausiello e del segretario della Fistel-Cisl Antonio Abagnara. Il tentativo di trovare un punto di incontro per convincere l'azienda a ritirare i licenziamenti non è andato a buon fine. I lavoratori si sono detti disponibili a fare la loro parte, ma l'editore ha chiesto sacrifici irricevibili che avrebbero, tra l'altro, gravemente compromesso la qualità di una testata centrale per l'informazione di Salerno e della Campania. Nelle prossime ore partiranno quindi le lettere di licenziamento nei confronti di quattro giornalisti secondo il piano firmato dal direttore. Le azioni di lotta dei dipendenti continueranno contro quella che appare un'azione di demolizione incomprensibile di un giornale patrimonio collettivo per il territorio. Intanto, tantissimi colleghi hanno partecipato alla conferenza stampa indetta dai giornalisti de 'La Città' nella sala giunta del Comune di Salerno. Gerardo Ausiello, consigliere campano della Fnsi, e la consigliera delegata del direttivo del Sindacato unitario giornalisti della Campania, Roberta De Maddi, hanno affiancato i colleghi nella protesta. Dopo la manifestazione, c'era stato un incontro con il Prefetto di Salerno Francesco Russo al quale il Sindacato ha chiesto di seguire da vicino la vertenza, anche convocando un tavolo sui licenziamenti annunciati da Edizioni salernitane Srl. E l'azienda aveva risposto alla richiesta del Sugc di riaprire la trattativa. «Dopo aver annunciato per tre volte in meno di due anni licenziamenti ci auguriamo che l'azienda voglia trovare insieme al sindacato soluzioni che garantiscano gli attuali livelli occupazionali - avevano affermato Ausiello e De Maddi –. L'ossessione di liberarsi del costo del lavoro è stata l'unica costante dei piani societari che, di contro, non hanno visto alcun investimento per il rilancio del giornale. Diamo una notizia, per portare un giornale in edicola sono necessari i giornalisti, ed è evidente che una redazione di soli 13 colleghi non possa essere ulteriormente ridotta se non si vuole determinare la fine certa di una esperienza editoriale unica in Campania. I lavoratori hanno dimostrato sulla loro pelle, di essere pronti a sacrificarsi. Ma adesso si è superato il limite. Siamo pronti a trattare, vediamo con quali intenzioni si siederanno al tavolo. Ci consola, per ora, la grande risposta che ha dato la città di Salerno». www.fnsi.it




Associazione della Stampa di Basilicata • Via Mazzini, 23/E • 85100 Potenza • Tel/Fax +39 0971/411439 • e-mail: [email protected]
Powered by Memex.net