�  Chi siamo
 �  Il Coordinamento delle Associazioni regionali di stampa per un sindacato di servizio
 �  Il consiglio direttivo
 �  Le sedi
 �  Assemblee
 �  Circolari
 �  Comunicati
 �  Convenzioni 2016
 �  Free lance e collaboratori, l'avv. Del Vecchio risponde alle domande più frequenti
 �  I gruppi
 �  I rapporti internazionali
 �  I soci
 �  Il Decennale
 �  Newsletter
 �  XXV CONGRESSO FNSI
 �  LETTERA CUTRO DOPO LE ELEZIONI INPGI
 Cerca nel sito  
           
  ASSOCIAZIONE     ATTIVITA'     AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE     FORMEDIA     PROFESSIONE     BIBLIOTECA  
         
Home Associazione Newsletter n. 11/19 del 15/03/2019 - Approvato il nuovo Statuto del Fondo Pensione Complementare dei Giornalisti Italiani

- Approvato il nuovo Statuto del Fondo Pensione Complementare dei Giornalisti Italiani

Il Fondo complementare dei giornalisti apre ai familiari a carico e ai collaboratori coordinati e continuativi. Sono due novità contenute nel nuovo Statuto approvato definitivamente dalla Covip, la Commissione di vigilanza sui fondi pensione italiani. Vediamo in dettaglio le principali novità.
1) Apertura dell'iscrizione (con contributo a loro carico) ai giornalisti professionisti o pubblicisti titolari di un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa che percepiscano per tale attività un compenso annuo non inferiore a tremila euro;
2) apertura dell'iscrizione ai familiari fiscalmente a carico dei giornalisti aderenti;
3) apertura dell'iscrizione ai dipendenti degli enti di categoria previo accordo con gli organismi interessati;
4) inserimento nell'ordinamento del Fondo della RITA (Rendita Integrativa Temporanea Anticipata);
5) una nuova disciplina per i giornalisti dipendenti di enti pubblici iscritti al Fondo;
6) possibilità di rivedere la scelta con riguardo alla quota di TFR da destinare al Fondo;
7) possibilità di versare al fondo contributi aggiuntivi anche in costanza di rapporto di lavoro;
8) possibilità di ottenere riscatti parziali fino ad un massimo dell'80% (vecchio statuto 50%).
9) possibilità per le aziende editoriali di versare le quote di TFR dovute al fondo anche con scadenza mensile.
Con l'introduzione di queste nuove norme il Fondo raggiunge alcuni obiettivi fondamentali:
a) si struttura secondo le più recenti normative richieste da Covip;
b) ha la possibilità di allargare ulteriormente la platea degli iscritti fornendo a co.co.co, familiari e ai dipendenti degli enti una opportunità competitiva sul mercato per scegliere una forma di previdenza complementare;
c) diventa uno strumento ancora più flessibile. Vanno in questa direzione, per esempio, le nuove norme riguardanti il conferimento del TFR. Finora un aderente era obbligato a versare l'intero importo della quota annuale del TFR al fondo. Da ora sarà possibile anche destinare al fondo soltanto il 50%.
Sul sito web del Fondo pensione complementare dei giornalisti italiani è disponibile lo statuto aggiornato con tutte le ultime novità. Di seguito il link del nuovo statuto:
http://www.fondogiornalisti.it/Fondo16_new/Archivio/Documentazione/STATUTO_FONDO_GIORNALISTI.pdf




Associazione della Stampa di Basilicata � Via Mazzini, 23/E � 85100 Potenza � Tel/Fax +39 0971/411439 � e-mail: [email protected]
Powered by Memex.net