•  Chi siamo
 •  Il Coordinamento delle Associazioni regionali di stampa per un sindacato di servizio
 •  Il consiglio direttivo
 •  Le sedi
 •  Assemblee
 •  Circolari
 •  Comunicati
 •  Free lance e collaboratori, l'avv. Del Vecchio risponde alle domande più frequenti
 •  I gruppi
 •  I rapporti internazionali
 •  I soci
 •  Il Decennale
 •  Newsletter
 •  XXV CONGRESSO FNSI
 •  LETTERA CUTRO DOPO LE ELEZIONI INPGI
 Cerca nel sito  
           
  ASSOCIAZIONE     ATTIVITA'     AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE     FORMEDIA     PROFESSIONE     BIBLIOTECA  
         
Home Associazione Newsletter n. 23/19 del 07/05/2019 - IL COORDINAMENTO ITALIANO PER LA SICUREZZA DEI GIORNALISTI 'BEST PRACTICE' DEL CONSIGLIO D'EUROPA

- IL COORDINAMENTO ITALIANO PER LA SICUREZZA DEI GIORNALISTI 'BEST PRACTICE' DEL CONSIGLIO D'EUROPA

Si è chiusa a Strasburgo la 16esima Riunione Plenaria del CDMSI – Steering Committee on Media and Information Society del Consiglio d'Europa, che si è occupata della anche della sicurezza dei giornalisti in Italia. Il Rappresentate italiano, Pierluigi Mazzella, su richiesta del Comitato permanente, ha informato i colleghi dei 47 Stati membri sulla istituzione a fine 2017 presso il ministero dell'Interno del Centro di coordinamento per le attività di monitoraggio, analisi e scambio permanente di informazioni sul fenomeno degli atti intimidatori nei confronti dei giornalisti (e a seguire dopo un anno, nel 2018, del suo organismo operativo di supporto), cui partecipano la Federazione nazionale della Stampa italiana e l'Ordine dei giornalisti, oltre ai rappresentanti del ministero e della Polizia di Stato. Il nuovo meccanismo di tutela è stato considerato di interesse proprio perché la presenza al tavolo dei giornalisti e dei media costituisce garanzia di 'early-warning' e 'fast-response' per il successivo accesso alle misure di protezione da parte dei giornalisti minacciati dal crimine organizzato e dai gruppi neonazisti e neofascisti. «Il Centro di coordinamento italiano – ha detto l'avvocato Mazzella – sarà verosimilmente inserito tra le best-practice nelle Linee-guida sull'implementazione della CM/Rec 2016 (4) on the Protection of Journalism and Safety of Journailsts del Consiglio d'Europa. Costituisce infatti un primo caso di interazione tra Autorità pubbliche e giornalisti, i rappresentanti della società civile più qualificati a partecipare ad approfondimenti sul fenomeno e a formulare proposte volte a individuare strategie mirate alla prevenzione e al contrasto». Negli ultimi anni il Consiglio d'Europa, a seguito della Raccomandazione del 2016, ha intensificato il proprio impegno a garanzia della protezione dei giornalisti minacciati di violenza. Basti ricordare la Piattaforma online e il Rapporto 2018 sulla sicurezza dei giornalisti di recente pubblicazione, dove la situazione italiana è tra quelle 'critiche'. www.fnsi.it




Associazione della Stampa di Basilicata • Via Mazzini, 23/E • 85100 Potenza • Tel/Fax +39 0971/411439 • e-mail: [email protected]
Powered by Memex.net