•  Chi siamo
 •  Il Coordinamento delle Associazioni regionali di stampa per un sindacato di servizio
 •  Il consiglio direttivo
 •  Le sedi
 •  Assemblee
 •  Circolari
 •  Comunicati
 •  Free lance e collaboratori, l'avv. Del Vecchio risponde alle domande più frequenti
 •  I gruppi
 •  I rapporti internazionali
 •  I soci
 •  Il Decennale
 •  Newsletter
 •  XXV CONGRESSO FNSI
 •  LETTERA CUTRO DOPO LE ELEZIONI INPGI
 Cerca nel sito  
           
  ASSOCIAZIONE     ATTIVITA'     AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE     FORMEDIA     PROFESSIONE     BIBLIOTECA  
         
Home Associazione Newsletter n. 23/19 del 07/05/2019 - RAI, USIGRAI: «IL BIOGRAFO DI SALVINI A 'UNOMATTINA'? UNO SCHIAFFO AGLI INTERNI»

- RAI, USIGRAI: «IL BIOGRAFO DI SALVINI A 'UNOMATTINA'? UNO SCHIAFFO AGLI INTERNI»

«Dopo aver vinto le elezioni, il ministro dell'Interno Matteo Salvini passa all'incasso in Rai». Lo afferma, in una nota, l'esecutivo dell'Usigrai. «Ora – spiegano i rappresentanti dei giornalisti del servizio pubblico – capiamo perché il presidente Foa ha voluto bloccare il via libera alla nuova selezione pubblica per giornalisti. Agli ingressi meritocratici e trasparenti, preferisce quelli a chiamata diretta indicati dal ministro dell'Interno Matteo Salvini». Il riferimento è all’arrivo in Rai dell'ex direttore di Radio Padania e biografo del leader della Lega, Roberto Poletti, il cui approdo alla trasmissione UnoMattina, incalza l'Usigrai, «sarebbe uno schiaffo ai 1700 giornalisti Rai e agli oltre 200 che da tempo attendono il 'giusto contratto' giornalistico. Ci aspettiamo che l'amministratore delegato eserciti i suoi poteri fermando questo insulto a tutti loro e mantenga gli impegni assunti: trasparenza e meritocrazia con una nuova selezione pubblica, e accordo per regolarizzare chi in Rai fa da anni il giornalista ma non ha ancora il 'giusto contratto'», conclude l'Esecutivo Usigrai. www.fnsi.it




Associazione della Stampa di Basilicata • Via Mazzini, 23/E • 85100 Potenza • Tel/Fax +39 0971/411439 • e-mail: [email protected]
Powered by Memex.net